L’endometriosi è una condizione patologica che si caratterizza per la presenza di tessuto endometriale al di fuori della cavità uterina. Interessa le donne in età riproduttiva, con un picco di incidenza tra i 30 e 40 anni. Le sedi più colpite sono le ovaie, le salpingi, i legamenti uterini, il setto retto-vaginale, il peritoneo pelvico, gli ureteri e la vescica.

I sintomi più frequenti sono dolori pelvici intermestruali o durante il ciclo mestruale (dismenorrea), dolori ai rapporti (dispareunia), infertilità e, in caso di interessamento intestinale e vescicale, ematuria, disuria e rettorragia.

Le varie opzioni terapeutiche dipendono dal grado di severità della malattia, dall’età della paziente e dalla presenza o meno di infertilità e sono rappresentate dalla terapia medica (solitamente una terapia estroprogestinica o solo progestinica) o dalla terapia chirurgica.

Articolo a cura di:

CONTATTACI